Post

Visualizzazione dei post da 2013

Scene da una verticale di Cancellaia

Immagine
magnifico Cancellaia nella progressione delle annate... il 2004 è stato l'ultimo con il merlot, mi domando perchè abbiano smesso di mettercelo....comunque sempre grandi pakravan che con cancellaia e beccacciaia non sbagliano un colpo!

‘u munti

Immagine
Rosso rubino un po’ scarico ma vivace. Profumo intenso di frutta a bacca rossa ben matura, ciliegia, note di spezie, ricordi di cioccolato; buona la persistenza. Vellutato al palato ma con buona struttura, fruttato con spiccato ricordo di ciliegia; persistenti e piacevoli i sapori che rimangono in bocca. Nel complesso veramente un buon vino particolarmente equilibrato. Considerato il prezzo contenuto, merita pienamente 4/6. (acquistato in offerta nella grande distribuzione sotto ai 5 euro) Vino: ’U Munti Alcool: 13% Denominazione: Nero d’Avola Sicilia IGT Annata: 2010 Vitigni: Nero d’Avola 100% Produttore: Fazio Regione: Sicilia Tipologia: Rosso Prezzo: 6,50 € circa  Valutazione:  tannino acerbo

Pecorino Colle dei Venti 2012

Immagine
Il pecorino è un vitigno che mi ha conquistato fin dal primo assaggio ed anche questa interpretazione dell'azienda Caldora non fa eccezione. Il Colle dei Venti si presenta di colore paglierino limpido quasi brillante; regala piacevoli sensazioni olfattive, intense e di buona persistenza. Ricorda il fieno bagnato, la pera con qualche nota di salvia e foglia di pomodoro. Pieno in bocca con un'ampia corrispondenza alle percezioni olfattive ed un lungo finale che ricorda la mandorla. Alcool impercettibile ben mascherato dal corpo robusto e da una punta d'acidità.  Molto buono. 4/6

Vino: Pecorino – Colle dei Venti Alcool: 13% Denominazione: Pecorino Terre di Chieti IGT Annata: 2012 Vitigni: Pecorino 85% minimo Produttore: Caldora Regione: Abruzzo Tipologia: Bianco Prezzo: 12,00 € circa  Valutazione: 
Tannino Acerbo

Pisa nel bicchiere 2013: giro tra le enoteche a caccia di degustazioni

Immagine
“Pisa nel bicchiere”  è la manifestazione organizzata dalla FISAR che intende valorizzare i vini prodotti nella nostra provincia, si serve del vino come “testimonial” della cultura pisana, e nel contempo vuole diffondere una maggior conoscenza dei luoghi e degli aspetti singolari della città; luoghi più o meno noti, culturalmente interessanti e curiosi. L'idea è quella di permettere al pubblico degli amanti del buon bere, di degustare i vini delle Colline Pisane direttamente presso le enoteche, luogo deputato alle degustazioni, seguendo un percorso ideale lungo il quale il degustatore avrà modo di osservare angoli della città di interesse storico-culturale pisano. Numerose sono le Aziende che hanno aderito con entusiasmo all'iniziativa fisariana ed altrettanto numerose sono le enoteche che hanno confermato la loro partecipazione. Per guidare i turisti e quanti si trovino in città nel corso della giornata prescelta per questo evento, la FISAR ha preparato un pieghevole che indi…

Speri: davvero un Amarone.

Immagine
Un nettare granato scuro, cupo, fluido. Lo versi e regala sensazioni odorifere di prima classe… caffé, cioccolato, note di spezie; è intenso e quasi perenne. Pieno, invade la cavità orale, la satura e regala eleganti momenti di intenso piacere. Vendemmiato un decennio fa.