Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2009

RIBOTTA CARNASCIALESCA

...consapevole che ripetere la serata del 26 gennaio sarà impossibile tuttavia per non perdere il vizio del bere propongo una RIBOTTA CARNASCIALESCA in quel dei mezzi da scegliere tra VEN 6 - SAB 7 - DOM 8 FEBBRAIO attendo notizie

Tappone Finale

Immagine
Tappa finale del Giro D'Italia, vinto dall'allegria di una cena condita di grandi vini e buonissime pietanze.
I vini:
2007 Malvasia Secca Frizzante Colli Piacentini DOC di Sergio tonanti
2007 GewurtztraminerDOCSt. MichaelEppan
Desiderio JeioColmei Prosecco ValdobbiadeneDOC Extra Dry
2004 Cappelo Di PreteCadidoIGT Salento Rosso
2005 AmaroneValpollicellaDOC Villa Arvedi di Bertani
2005 GravelloVal Di Neto Salento Rosso IGTLibrandi
2005 Moscato Giallo Dolce DOC Trentino Gaierhof
2002 Recioto di Gambellara Classico DOC Podere il GiangioZonin









Il menù: antipasti misti di terra, crostini e pizzette, formaggi, crostini lardo e miele, soppressa calabra. Carré d'anatra e anatra alla cacciatora. Agnello al forno con piselli.
Torta alle mandorle, panforte fuori tempo e tiramisù (del giorno prima!!).
A voi i commenti....Costamax all'anti doping!!!!

lo schietto

CIPREA Offida Pecorino

Immagine
Produttore: Podere Capecci San SavinoDove: MarcheDenominazione: Doc - Denominazione di origine controllataTipologia: BiancoVitigni: PecorinoAlcool: 13,5Data degustazione: 08/01/2008Valutazione:
Prezzomedio: 10 euro


Mi è piaciuto molto questo vino di San savino si presenta col suo nome che ti fa sorridere, non sai cosa pensare... fai subito un pensierino al formaggio...
E' carico al colore e all'odore. E' limpido e luminoso, intenso e persistente. Subito ananas e fiori non freschissimi. Poi salvia e agrumi.... Equilibratissimo e molto fine. L'acidità è giusta per la mia bocca (che è mooolto esigente!!).
La persistenza al gusto è lunga e la sua sapidità lo fa balzare in testa alla classifica. E' una caratteristica che apprezzo molto nei bianchi... è un vino che si mastica. Nonostante sia un vino in purezza, in cantina hanno saputo ammorbidirlo senza aggiunta di altri uvaggi. Un cliente fisso della guida del Gambero Rosso...
Alla fine, quando era fuori temperat…

Marche

Immagine
Ottima serata anche quella dedicata alle Marche di cui giovedì 8 abbiamo degustato i seguenti vini:
CIPREAOFFIDA PECORINO 2006 – SAN SAVINOCAMBRUGIANO VERDICCHIO DI MATELICA RISERVA 2005 – BELISARIOVILLA BUCCI VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI RISERVA 2005 –BUCCIVERNACCIA DI SERRA PETRONA – SPUMANTE ROSSO – QUAQUARINIGAVIGLIANO LACRIMA DI MORRO D’ALBA SUPERIORE 2006 – LANDIRESIO VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI PASSITO – MONTECAPPONE
Veniamo al sodo:
Il CIPREA si presentava di un bel paglierino lucente con bouchet floreale molto intenso e persistente quanto basta al naso ancora meglio in bocca estremamente sapido con spiccate note minerali ed un finale lunghissimo molto molto buono – 4 fiaschi
Il CAMBRUGIANO paga una partenza disastrosa dovuta a sentori di formalina intensi ma per fortuna non troppo persistenti appare comunque squilibrato e anche in bocca è quasi sgradevole. Però recupera alla distanza dopo che la puzza è scomparsa fa capolino un cesto di frutta …

CHE CI BEVO CON LA FETTINA?

Questa è la domanda che mi sono fatto oggi due minuti prima del pranzo. L'idea era di berci un tranquillissimo ossido di idrogeno per continuare la purga prima della 4a tappa del giro d'italia, ma alla fine ho deciso di tirare il collo a un bolgheri. Si, si avete capito bene, un bolgheri con la fettina di maiale. E' che in fondo in fondo non volevo rimanere così tanto in purga e visto che il vino costava 5 euro e qualche centesimo all'ipercoop, l'ho aperto: BOLGHERI ROSSO ORMAI 2007. Mai nome fu più azzeccato ORMAI... ormai l'ho comprato e tocca berlo. Difficile dire quanto fosse persistente al naso perchè non si sentiva nulla. Meglio in bocca, persino non male, insomma penso di non aver mai azzeccato abbinamento migliore, un gran bel vino da fettina. Il pranzo però è continuato e per godere un po' con le bignoline di lilli ho aperto il MOSCATO GIALLO KELLEREI 2006; sì proprio quello a cui ha tirato il collo davetto. Prima di aprirlo mi sono detto la stessa …

drizza della Befana

Immagine
Grillo IGT
Feudi di San Nicola

In questi giorni
in offerta (50%)
all'Esselunga
a 2 euri stecchiti.
Veramente buono
per quel prezzo.
Ciauzz

Moscato giallo Kellerei Kaltern 2007

Immagine
Sabato scorso abbiamo deciso di tirare il collo ad una fresca entrata: "moscatello" Kellerei Kaltern 2007. Quando è ciò che manca a fare la differenza. Poche parole per una grande scoperta. Immaginate un moscato di qualità senza le bollicine di un Asti e senza i gradi di un siciliano. Forse è poco per descrivere questo ottimo vino sudtirolese, ma insomma il succo (è proprio il caso di dirlo) è proprio questo (e come si fa a non amare il moscato?). Ha accompagnato alla grande dei falsi befanotti (in realtà erano ottimi biscotti da tè al burro) e una delicata quanto soffice torta allo jogurt di banana. Da non perdere. Grazie al Babbo Natale che ce l'ha portato!!! Davetto e FalanghIla

3a Tappa: meglio tardi che mai....

Immagine
Poco prima dell 4a tappa vediamo di raccontare cosa è successo nella 3a tappa ancora una volta dedicata alla Campania.
Serata andata in "bianco" per dimenticare le delusioni di quella a "luci rossi"....
In passerella:
2007 Costa d'Amalfi DOC Furore Bianco di Marisa Cuomo (12,50 euro)2006 Pallagrello del Ventaglio Terre del VulturnoIGT di Castello Ducale (13,50 euro)2006 Coda di volpe Irpinia DOC di Perrillo (8 euro)2006 Costa d'amalfiDOC Furore Bianco Fiorduva di Marisa Cuomo (28 euro)2004 Pietra Incatenata di Luigi Maffini (12 euro)2003 Pallagrello Passito di Castello Ducale (15 euro) Il primo è stato un fuori programma offerto da Vittorio e che fuori programma!! Giallo paglierino intenso al naso con sentori di frutta matura esotica (banane,ananas) e fiori bianchi. Acidità al punto giusto, messo in bocca uno spettacolo (quattro fiaschi).
Il secondo, ribattezzato "pallallegro" non ha impressionato più di tanto, penalizzato da una asprezza iniziale …