Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2012

Insoglio del Cinghiale

Immagine
Insoglio: Piccola pozza di acqua stagnante, fondamentale per la salute degli ungulati. Viene in genere usata da cinghiali e cervi per effettuare bagni di fango. Gli animali si strofinano sul fondo della pozza, al fine di sbarazzarsi dei parassiti cutanei, migliorando così le loro condizioni di salute. Questa piccola pozza d’acqua da’ il nome ad un grande vino. Si tratta dell’ INSOGLIO del CINGHIALE di Campo di Sasso in queldi Bibbona. Dov’è Bibbona? Vicino vicino a Bolgheri, non è quindi una novità che questo territorio ci regali dei vini eccellenti se a questo aggiungiamo un n0me anzi un cognome, Antinori, il gioco è fatto. L’annata 2006 nella “boccetta” da 375 cl mi è stata omaggiata ed oggi mi andava di fare posto nella mia piccola cantinetta. Così ho scoperto un vino dal colore rosso granata con punte leggermente aranciate. Profumo intenso ed abbastanza persistente con spiccate note di spezie e pepe in particolare con un finale meno pungente che ricorda il peperone. Avrei detto sy…

Osteria San Paolo a Pisa

Immagine
Serata da incorniciare quella trascorsa all’ Osteria San Paolo a Pisa.  Per la serie “conosco un posticino”:  tutto buono, tanta ospitalità e ampia scelta di vini! Ci hanno fatto compagnia l’Achelo Syrah 2009 e Il Ghizzano (sangiovese e merlot) 2009… ottimi vini con un bel rapporto qualità/prezzo… Straconsigliato!!

Perla Nera 2009

Immagine
Parto dalla fine: 4 fiaschi.
La Perla Nera è un vino rosso di Vertici e Orizzonti, l'ho approcciato con l'entusiasmo della sorpresa. Cosa potevo aspettarmi da un vino che, come scritto in etichetta, è fatto con uve massaretta o barsaglina.
C'è proprio scritto o (oppure), lo spiazzamento (con l'aggravante che ero sobrio), frutto dell'ignoranza, passa quando si scopre che è la stessa uva (tipica della provincia di massa e carrara) che si può chiamare in due modi diversi.
A parte gli scherzi, la, o il, Perla Nera ha un rosso rubino da manuale, scivola nel bicchiere che è un piacere, ti stuzzica con sentori "piccanti" insieme a quelli di sottobosco e di viola.
Al palato è fresco e " leggero", nel senso più positivo del termine, i suoi 13,5° lo rendono, secondo me, adatto a piatti non troppo complessi.
Il fatto che non faccia legno ci regala un vino "puro" con un equilibrio eccellente.
L'ho acquistato a Luglio presso l'enoteca Tusca…

Il pisano più Schietto 2012 – categoria vini bianchi

Immagine
Ricevo da TORRE A CENAIA e pubblico sul nostro blog: Per la seconda volta il Vermentino in purezza di Torre a Cenaia
Svetta sulla collina pisana più alta e più Schietta! Per la seconda volta, dopo quanto già avvenuto nel 2009, il Cenaja Vermentino 2011 ottiene il più prestigioso riconoscimento assegnato ai vini locali dalla commissione FISAR di Pisa. Il Cenaja Vermentino è stato dichiarato il Pisano Più Schietto, ottenendo il Primo premio nella categoria vini bianchi, ricevendo così la corona quale: MIGLIOR BIANCO DELLE COLLINE PISANE
I nostri complimenti a questa azienda che apprezziamo da anni. Sarebbe interessante per noi amanti del buon vino e legati al nostro territorio pisano conoscere i risultati anche delle altre categorie. Ho provato a cercare in rete ma non ne ho trovato traccia. Forse non sono capace a cercare come si deve, mi aspetto una smentita da chi è più bravo di me. Mi chiedo comunque a cosa serva organizzare un premio senza renderlo facilme…